L, lo strano genio

Sto ascoltando l’opening di Death Note (mi sto fissando,tra poco c’è caso che la metto anche come suoneria!),quando mi è venuta l’idea di scrivere due parole sul mio personaggio preferito:L!
L è un gran bel personaggio; è intelligente, furbo, sagace,freddo quanto basta per elaborare mille stratagemmi stando “comodamente” seduto a mangiare dolci! io lo trovo anche molto simpatico e tenero. Insomma,un mini Sherlock Holmes!

LÈ riuscito a smascherare “tranquillamente” Kira incastrandolo con le spalle al muro, ha scoperto praticamente tutto di lui non ha solo fatto in tempo ad avere abbastanza prove per incastrarlo.
Splendida la scena in cui lui è sotto la pioggia e Light lo raggiunge, poi tornano al coperto e L gli asciuga i piedi.
Scena piena di significati, perchè lui aveva capito tutto e la verità era che gli spiaceva da morire dover arrestare Light che credo lui ormai considerasse un vero amico, nonostante fosse consapevole che era un assassino. E nessuno mi toglie dalla testa questa cosa.

tumblr_elleL aveva più o meno già capito tutto nel momento in cui rivela la sua identità a Light, semplicemente non aveva le prove tangibili per arrestarlo e Light è stato davvero bravo a coprire le tracce fisiche e a trovarsi degli alibi di ferro. Insomma, tra loro era uno scontro tra due geni! Ed è altrettanto vero che Light non sarebbe mai riuscito ad ucciderlo se non fosse stato per Misa e per Rem.
Poi arriva Near,e già dal primo momento mi ha fatto storcere un pò il naso. In pratica,come da programma, seguendo tutti gli indizzi di L è riuscito a elaborare il grande piano per smascherare Light.

light-and-l-La fine dell’anime mi ha lasciata un pò perplessa: Light se aveva previsto tutto poteva andare un pò più sul semplice,per esempio strappare una pagina di quaderno originale da far tenere a Mikami nascosta in qualche tasca segreta per poi fargli scrivere su quella i nomi dei presenti. Ma va bene lo stesso.

In conclusione, L, è uno dei personaggi più interessanti di tutti gli anime che ho visto, le sua “stranezze” (postura, modo di comportarsi eccetera..) non fanno altro che particolarizzarlo, tanto che non vi si può trovare un sosia.
Poi, è un genio, i suoi ragionamenti, pur partendo da basi inimmaginabili, sono sempre esatti e la sua morte ha coronato la sua persona, facendo si che, andando avanti con la storia, non si potesse rovinare. La sua storia, inoltre, è molto triste; personalmente, ho sempre notato un velo di malinconia nei suoi occhi, dopo tutto è orfano ed è stato ucciso dall’unica persona che gli era stata amica.

E voi cosa ne pensate?

l___death_note_by_uzumaki18-d6r7lix

5 risposte a "L, lo strano genio"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...