Peer-to-peer,questo sconosciuto..

Ohayo gozaimasu!! Oggi voglio parlarvi di computer,nello specifico del p2p (sì,insomma,per iniziare con qualcosa di leggero).
Dopo lo sfogo di ieri sera al telefono con un amico,sono tornata più forte che mai!!
Partiamo con la domanda:cos’è il peer-to-peer?

p2p
Partiamo con la definizione generale,overo sono software con i quali si condividono file tra computer. Difatti,collegando insieme un gruppo di preocessori,l’attività di calcolo viene ripartita tra di loro così da ridurre la rispettiva mole di lavoro.
Peer to peer o l’abbreviazione P2P sta per “condivisione di risorse tra pari”, dal significato di peer = pari, uguale.
Questa tecnologia permette di creare una rete dove non esistono server e client esclusivi, poiché ogni dispositivo collegato è sia client che server. Intendendo con questi ultimi termini quel sistema dove un computer (client) si connette ad un server per la usufruire di un certo servizio. Ecco,il p2p nasce appunto come sua antitesi.

sp-05-page60
Non esiste una velocità di comunicazione standard, poiché ogni host riceve e invia quello che la banda della propria linea ADSL gli permette.
Che vantaggi e svantaggi offre?
Piccola premessa:questi sono relativi al tipo di ambiente in cui si decide di installare questo tipo di rete. In generale si può però dire:
1. Non si deve acquistare un server con potenzialità elevate;
2. Ogni utente condivide localmente le proprie risorse ed è amministratore del proprio client-server. Questo da un lato può essere positivo per una questione di “indipendenza”, ma dall’altro richiede delle competenze ad ogni utente, soprattutto per quel che riguarda la protezione;
3. La velocità media di trasmissione dei dati è molto più elevata di una classica rete Server/Client: l’informazione richiesta può essere reperita da numerosi Client connessi tra loro, anziché da un unico server (questo tipo di condivisione diventa tanto più efficace tanti più sono i Client connessi);
4. La sicurezza degli accessi ai client viene gestita localmente su ogni macchina.

P2P-Private-VPNs
La realizzazione di questo sistema di rete si basa su delle “regole” standard :
– Mettere i computer sulla scrivania degli utenti (beh,questo era ovvio);
– Ogni utente è amministratore di se stesso e pianifica la sua sicurezza personale;
– Per le connessioni, si utilizza un sistema di cablaggio (il cablaggio in elettronica sono tutti quei collegamenti e impianti fisici che permettono la connessione) semplice e apparente.
Normalmente troviamo questo sistema in ambienti con meno di 10 utenti,tutti in una stessa zona geografica, per i quali la sicurezza non è uno dei problemi più importanti.

ID-10090494

Spero d’esser stata chiara e breve,dopotutto non posso sempre parlare dei miei problemi e dei miei pensieri: una volta devo anche scrivere qualcosa di utile! O,se non altro,che possa interessare.
Mata Aimashou!
Vi lascio con questa domanda:eravate già a conoscenza di questi sistemi?

ciaociao

25 risposte a "Peer-to-peer,questo sconosciuto.."

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...