Vladimir Putin in prima persona: il presidente

In genere i ragazzi la sera vanno a far baldoria con gli amici. Poi ci sono io,18 anni,appollaiata sul divano a guardare un film-documentario su Putin.
Sì,insomma,cosa normalissima. Siccome iniziava verso mezzanotte,per resistere fino a quell’ora senza addormentarmi ho guardato tutta una serie di anime (no game no life,poi pubblicherò la recensione).
Premetto che di politica non capisco granché,e in effetti ero preoccupata per questo programma:non volevo non capirci un tubero e mezzo! Invece tutt’altro.

Putin sec serata
Il filmato è durato circa 90 minuti e parte dalla prima crisi cecena,quando un gruppo di indipendentisti islamici ceceni invade il Daghestan. Putin ricorda i momenti più drammatici della storia russa moderna: la guerra in Cecenia, la morte dell’equipaggio del sottomarino Kursk,l’attacco terroristico al teatro Dubrovka, definito “il momento più difficile della mia storia politica” e la Crimea.
Hanno raccontato la carriera politica di Putin dal 1999 a oggi,sottolineando le tappe fondamentali.
Hanno detto di come il presidente ci metta la faccia ogni volta,di come lavori giorno e notte per assicurare un futuro roseo alla Russia. Di come ogni obiettivo prefissato venga portato a termine.

Vladimir putin
Una cosa che mi ha colpita è stata quando hanno detto che lui ascolta chiunque,dà a tutti l’ooportunità di esprimere la loro opinione,a volte lasciandogli parlare anche più del necessario. Di norma,quasi nessuno ha la tendenza ad ascoltare fino in fondo ciò che ha da dire una persona.
Salito al potere quando la Russia era in una fase a dir poco critica,quell’uomo ha saputo risollevarla fino a farne una potenza al pari dell’America. L’annessione della Crimea viene raccontata come «ritorno alla patria», senza soffermarsi sulle conseguenze.
Insomma,penso ne sia valsa la pena d’esser rimasta a casa anziché uscire e far tardi. Dopotutto lui è un personaggio della storia di oggi che mi ha sempre partiolarmente affascinata e dopo questo la mia stima per lui è aumentata.
Fanno bene a dire che entrerà nei libri di Storia.

10 risposte a "Vladimir Putin in prima persona: il presidente"

    1. Il rovescio della medaglia,per ogni azione positiva ve ne è una negativa. Ovviamente hanno mostrato solo la parte bianca,tralasciando il nero. La mia stima nei suoi confronti sta nel fatto dell’ascolto e che ha sollevato la Russia dalle stalle alle stelle 🙂

      "Mi piace"

  1. Devo dire che mi trovi concorde, sto rivalutando Putin – non tanto perchè dittatore e becero capo di stato – quanto perchè mi sembra una persona che si assume le proprie responsabilità e che prende una posizione precisa, perseguendo una linea d’azione, senza fare il saltimbanco e il pagliaccio, ogni riferimento a fatti, cose e persone è puramente casuale. 😀

    Piace a 2 people

  2. Mi permetterò di dire la mia perché i veri reportage sono quelli vissuti dai russi stessi, quelli che sono scesi in piazza contro un ex del KGB (sai cos’è vero?) un guerrafondaio dittatore che dei Ceceni ha fatto polpette che no, no fa parlare proprio nessuno, anzi, chiunque provi a dire la verità sulle schifezze cecene viene ucciso brutalmente. Cerca la vita di Anna Politkovskaja e la Novaya Gazeta e poi magari rivedi le tue posizioni.
    Sappi che il signor Vladimir dopo i suoi due mandati ha modificato la costituzione per rimanere il capo di stato in qualche modo nonostante sulla carta sia Medvedev.
    Ha vinto le elezioni la seconda volta truccando, vista la sua influenza e amicizia con la mafia russa. E i russi hanno marciato sulla Piazza Rossa , erano milioni. Ah giusto di questo sicuro il tuo reportage non ne parlava.
    Putin sta portando la Russia al macello e i russi (tu ne conosci qualcuno? Perché io sì) non ne possono davvero più, così tanto che rimpiangono l’URSS. Che mi sembra qualcosa di aberrante.
    Putin è una persona ignobile che ora fa il difensore del bene mascherando la sua voglia di accaparrarsi il Medi Oriente con la difesa della Siria.
    L’unico essere umano in grado di attaccare la Crimea indisturbato solo per avvicinarsi al Mediterraneo.
    Cosa che nei secoli zar e principi e presidenti hanno tentato non riuscendoci.
    E lui segue questa linea repressiva e guerrafondaia nazista nel silenzio e nell’approvazione generale.
    Perdonami lo sfogo ma quando conosci chi nella Russia di Putin ci vive e ti documenti, ti assicuro che non credi più ai post di qualche ignorante che riesce a descriverlo come un eroe.
    Mi dileguo meglio. Che la verità non piace sempre.

    Piace a 2 people

    1. No anzi,meglio che hai scritto! Io di politica non ci capisco nulla,dopotutto ho anche 18 anni e devo dire che non è una delle mie passioni XD avevo visto quel filmato e ho voluto esprimere opinioni. Poi non sto dalla parte di nessuno. Anzi,grazie a te devo dire che mi è venuta curiosità

      Piace a 1 persona

      1. Ti consiglio allora parlando di storia e politica di leggere prima di tutto e poi dare una tua opinione.
        Cmq spero la storia di Anna ti appassioni. Una vera donna come ne fanno poche. 🙂

        Piace a 1 persona

  3. Fondamentalmente, tutto quel che passa su rete4 lo si può ritenere inventato/artefatto e ci s’azzecca quasi sempre. Questo criterio funziona con rete4, con la lega nord, con la chiesa cattolica e sicuramente con un sacco d’altri che ora non mi vengono in mente 😀

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...