Elfen lied: la canzone dell’elfo

Elfen Lied è un manga di Lynn Okamoto pubblicato fra il 2002 e il 2005 da Shūeisha (stessa casa ditrice di OP e Naruto) compoto da 12 volumi, da cui è stato prodotta una serie anime di 13 episodi.

La storia inizia in un laboratorio, dove vengono condotti degli esperimenti su esseri chiamati Diclonius,ragazze nate con un’anomalìa genetica.

Esse sono capaci infatti di creare dei “vettori”, armi che somigliano a braccia capaci di distruggere il corpo di un essere umano dall’interno, per mezzo di protuberanze ossee all’altezza delle tempie.

elfen-lied-hd-wallpapers-anime-manga

In uno dei laboratori, una cavia (denominata Lucy) riesce a fuggire dalla prigionia, sfruttando l’incompetenza delle guardie; ma proprio mentre sta per andarsene definitivamente dalla base riceve un violento colpo alla testa, che la fa cadere da uno scoglio che sporgeva verso il mare. Il giorno seguente viene ritrovata sulla riva di una spiaggia da un coppia formata da un ragazzo ed una ragazza (i cugini Kota e Yuka), ma Lucy sembra aver perso la memoria ed aver avuto uno sdoppiamento di personalità.

La storia ruota attorno a lei, l’unica diclonius fertile esistente sul pianeta.

Oltre alla violenza, la varietà dei temi sono gli elementi che caratterizzano l’opera di Okamoto, temi come alienazione, discriminazione, pregiudizi ed evoluzionismo.

elfen_lied_wallpaper_by_claire_kaede-d4xflnv

Il nome Lucy della protagonista,infatti, deriva dall’australopiteco scoperto nel 1974 dall’antropologo Donald Johanson in Etiopia, al tempo il reperto fossile umano più antico.

Gli scienziati infatti attribuiscono ai Diclonius una malvagità naturale, contenuta nei loro geni, che in realtà è da ricondurre agli abusi che queste creature sono costrette a subire sin dalla nascita a causa della loro apparente diversità.

Oltre a questi, i vari personaggi sono caratterizzati da vari disturbi psichici,quali:

  • Tendenza omicida. Come spiegato, i bambini dei Diclonius fin dai 3 o 4 anni, presentano una tendenza fortemente aggressiva e omicida, anche tra loro stessi. Nella scena iniziale del primo episodio, per esempio, Lucy uccide decine di persone nei modi più atroci; in seguito si scoprirà però che la sua violenza è dovuta soltanto al modo in cui è stata trattata in precedenza, dove ha subito forme di violenza fisica e psicologica di ogni genere
  • Doppia personalità. A causa di un danno fisico, infatti, la protagonista presenta all’interno della sua identità due personalità, quali una infantile e amichevole, Nyu, e una personalità matura e concreta, Lucy.
  • Rimozione. Kota,il protagonista maschile, ha rimosso i ricordi riguardanti la perdita della sua famiglia per mano di Lucy, come meccanismo di difesa.
  • Disturbo dell’attaccamento. Nana, ha sviluppato un forte affetto nei confronti del direttore Kurama, fino a considerarlo suo padre, il quale a sua volta, sviluppa affetto nei suoi riguardi per via della perdita di sua figlia.

La sigla iniziale è basata su una serie di quadri animati in cui i personaggi della serie si fondono con le opere del visionario pittore Gustav Klimt, imitandone gli sfondi, i colori e i disegni (come “il bacio” e “la soddisfazione”).

Elfen lied quadro il bacio
Gustav Klimt, “il bacio”

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...