Devil may cry:dal gioco all’anime

“Se stesse giocando perderebbe,è certo…ma questo è il suo lavoro!”
(Morrison – Devil may cry)

Trama:
Dante è figlio del demone Sparda e di un’umana, e per questo è un mezzo demone, anche se il suo aspetto risulta del tutto umano. Sebbene questa sembri una contraddizione, l’obiettivo di Dante è proprio quello di sconfiggere ed uccidere i demoni.

Numero episodi:
12

Devil.May.Cry.full.273599

Opinioni:
Devil May Cry, chi non ha mai sentito nominare questo titolo?
Nel qual caso leggesse qualcuno che ancora non ne fosse a conoscenza, beh, si tratta di una delle più famose saghe nate su Playstation 2, un gioco d’azione basato su un personaggio di nome Dante, un mezzo sangue, nato dall’unione di un’umana e di un demone, ma al servizio dell’umanità.
Nell’anime si conosce poco del suo passato tranne le sue venerabili origini demoniache, infatti costui è il figlio del grande cavaliere oscuro Sparda, colui che segregò il mondo demoniaco da quello umano. Questa grande contraddizione rende l’anime degno di attenzione.
I personaggi secondari incontrati in questa serie sono principalmente: Morrison,l’informatore di Dante che lo avverte di qualsiasi possibile lavoro, e una ragazzina di nome Patty incontrata dal cacciatore nel suo primo incarico. Quest’ultima, sentendosi in debito verso di lui, cerca in tutti i modi di essergli utile.

33be9ced7eddea89eac0c0dcf99a9b29
Un accenno negativo è la conclusione, avvenuta dopo solo 12 episodi, e che quindi io ritengo molto sbrigativa. La scena finale,infatti,la ho trovata molto tirata per i capelli,dove non si capisce bene come Dante riesca a ribaltare la situazione a suo vantaggio.
Non siamo certo dinnanzi a un’opera che verrà ricordata negli annali, tuttavia la grafica è più che buona, la trama regge benone (nonostante i pochi episodi) e il tutto si lascia seguire agevolmente riuscendo ad alimentare in maniera costante l’attenzione dell’osservatore.
Degna di nota sopratutto è l’OST iniziale, ma possiamo parlare di tutta una soundtrack ben realizzata nel suo insieme.

Da guardare?
Sì,sopratutto se si è giocato anche il gioco,così da poter confrontare le due versioni.

2 risposte a "Devil may cry:dal gioco all’anime"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...