Riflettiamo un pò.. TAG

Salve a tutti!
Visto che ultimamente il tragitto in treno per arrivare all’Università mi concede sempre quei 40 min dove la mia testa inzia a parlare ininterrottamente e a pormi delle domande, ho deciso per una volta di iniziare io un tag.. O almeno di provarci.
Questo tag consiste nel rispondere alle domande che metterò di seguito e di invitare chiunque legga a fare lo stesso. Ovviamente citare chi ti ha “nominata” (ovvero da chi hai letto questo articolo hai deciso di metterti in gioco) e da chi è partito il tutto.
Chi non è interessato non è obbligato a rispondere!

6e6ycd2c

Domande:
◆ Cosa ti mette allegria e buonumore?
◆ Cosa riesce a toglierteli invece (l’allegria e il buonumore intendo)?
◆ In cosa ti senti intrappolato/a?
◆ Quand’è che finalmente hai aperto gli occhi (libera interpretazione)?
◆ Per cosa devi prepararti psicologicamente (libera interpretazione)?
◆ Vedere della sabbia che scorre dentro una clessidra cosa ti fa venire in mente?
◆ Qual è un vizio o cattiva abitudine (anche quotidiana) di cui non riesci a liberarti?
◆ La tua mente, intendendo il tuo mondo interiore, che posto è?
◆ Lascia un’immagine che in questo momento ti descrive (se vuoi puoi spiegarla)➜
◆ Lascia un tuo pensiero➜

Ecco le mie risposte:
Cosa ti mette allegria e buonumore?
La risposta può essere banale,ovvero quei matti dei miei amici e della mia famiglia. Ma la risposta è un’altra. Sono davvero felice quando sono col mio ragazzo. Con lui so che posso fare le peggiori gaffe,posso andare in giro struccata e spettinata e fare la scema. E lui mi amerebbe lo stesso.
Non mi vergogno a farmi vedere di prima mattina con le occhiaie e il malumore.
Questo è ciò che mi mette allegria: non provare più vergogna davanti alle persone. Non preoccuparmi se ho i capelli in disordine e non sentirmi a disagio se sbaglio qualcosa.

◆ Cosa riesce a toglierteli invece (l’allegria e il buonumore intendo)?
Essere da sola. Non mi piace per niente. Non solo per la mia testa, che inizia a parlare e a farmi pensare a ipotetici scenari che sarebbero diventati realtà se avessi fatto scelte diverse. Non mi piace in generale. Mi fa sentire abbandonata.

images

◆ In cosa ti senti intrappolato/a?
A volte nella mia vita:mi sembra di non godermela a pieno eppure sono ancora così giovane. Però non sono proprio come gli altri: io sono più tranquilla, più calma,non ho bisogno di sballo o di eccessi per vivere bene. Mi bastano le piccole cose,i piccoli gesti come tenersi per mano o dormire nello stesso letto abbracciati. Non vorrei da adulta pensare che ho “buttato” via l’adolescenza per questo.

◆ Quand’è che finalmente hai aperto gli occhi (libera interpretazione)?
Ho aperto gli occhi quando è arrivato lui. Che mi ha fatta capire che non solo posso esser amata da qualcuno,ma anche supportata,capita e accudita. Perchè è importante aver accanto qualcuno che si prende cura di te, qualcuno al di fuori della famiglia. Che non gli importa dei tuoi difetti,perchè per lui “sei perfetta così”. E la paura di perderlo mi ha dato una grande spinta in alcune decisioni per il mio futuro.

◆ Per cosa devi prepararti psicologicamente (libera interpretazione)?
Ogni qual volta che sento di dover affrontare qualcosa e sono da sola. Senza alleati. Senza aiuti. Diventa difficile gestire gli attacchi d’ansia,preludio a quelli di panico. Ma ci sto lavorando.

◆ Vedere della sabbia che scorre dentro una clessidra cosa ti fa venire in mente?
Al tempo che scorre senza fine,al fatto che bruciamo ogni secondo un pezzetto delle nostre vite.

giphy

◆ Qual è un vizio o cattiva abitudine (anche quotidiana) di cui non riesci a liberarti?
Avere sempre una fettina di dolce dopo i pasti e dormire abbracciando un cuscino. Non riesco a prendere sonno senza stringere a me qualcosa.

◆ La tua mente, intendendo il tuo mondo interiore, che posto è?
E’ un posto aggrovigliato e confuso dove abitano sentimenti ed emozioni che si sovrastano a vicenda.. Nè vincitori e nè vinti, si esce sconfitti a metà..

◆ Lascia un’immagine che in questo momento ti descrive (se vuoi puoi spiegarla)➜

tyler-durden-was-right-we-are-devoid-of-a-greater-purpose
La mia parte preferita di questo meraviglioso film

◆ Lascia un tuo pensiero
Non è strano? Come basti un soffio di vento,un battito di ciglia in più e cambiano tutte le tue azioni,il tuo modo di vedere la realtà. Magari non fai più ciò che volevi fare,o lo fai con un’altra enfasi.
Basta una piccola goccia,un piccolo movimento per infrangere la calma di una pozzanghera.

Ora passo la palla a voi, buon divertimento! 🙂

6 risposte a "Riflettiamo un pò.. TAG"

  1. ◆ Cosa ti mette allegria e buonumore?
    Questa canzone:

    ◆ Cosa riesce a toglierteli invece (l’allegria e il buonumore intendo)?
    Le novità. Per esperienza, i cambiamenti portano quasi sempre più svantaggi che vantaggi.
    ◆ In cosa ti senti intrappolato/a?
    In un’amicizia in crisi da anni, che però non riesco a chiudere per mille motivi.
    ◆ Quand’è che finalmente hai aperto gli occhi (libera interpretazione)?
    Quando l’amica con cui sono in crisi, della quale mi fidavo ciecamente, si è rivelata l’opposto di quello che credevo pugnalandomi alle spalle.
    ◆ Per cosa devi prepararti psicologicamente (libera interpretazione)?
    Per una sorta di colloquio di lavoro che avrò Martedì.
    ◆ Vedere della sabbia che scorre dentro una clessidra cosa ti fa venire in mente?
    Al tempo che ho sprecato in passato.
    ◆ Qual è un vizio o cattiva abitudine (anche quotidiana) di cui non riesci a liberarti?
    Per migliorare il mio mal di schiena non dovrei mangiare dolci, ma la mia passione per la cioccolata è rimasta tale e quale.
    ◆ La tua mente, intendendo il tuo mondo interiore, che posto è?
    Un posto dove c’è un po’ di tristezza, ma comunque ce n’è molta ma molta di meno rispetto al passato.
    ◆ Lascia un’immagine che in questo momento ti descrive (se vuoi puoi spiegarla)➜
    Non so come caricare le foto nei commenti, ma se sapessi farlo sicuramente sceglierei una foto di Tagliata di Cervia. Quel paesino romagnolo è davvero il Paradiso in terra.
    ◆ Lascia un tuo pensiero➜
    Non fidarti mai ciecamente delle persone, neanche di quelle apparentemente più irreprensibili. In base all’esperienza che ti citavo prima, ho imparato che è un grosso errore.

    Piace a 1 persona

    1. i cambiamenti scombussolano sempre il debole equilibrio che si riesce a stabilire. vale sia per gli eventi che per le persone. Purtroppo non si rivelano mai per quello che sono realmente se non a distanza di tempo…
      Per il resto,ti auguro un grosso in bocca al lupo per il colloquio e ti ringrazio per aver partecipato ^^

      "Mi piace"

      1. Hai ragione, il tempo è galantuomo: se anche una persona cerca di camuffare la sua vera natura, ci penserà il tempo a farla emergere in tutta la sua evidenza. Crepi il lupo, e grazie a te per la risposta! 🙂

        Piace a 1 persona

  2. SERENITA’

    di Fausto Corsetti

    “Sono abbastanza soddisfatto di quanto ho realizzato, ma vorrei un po’ di pace, mi accontenterei di essere sereno”.
    Chissà quante volte abbiamo ascoltato una frase del genere. E già: essere sereni…
    Forse, sarebbe il caso di intenderci anzitutto sul significato della parola “serenità”.
    Il vocabolario la definisce come “assenza di turbamento interpretabile come limpida armonia spirituale”. Suggestivo ma un po’ vago. Normalmente facciamo un altro uso di questa parola che adoperiamo sovente nelle espressioni augurali: “che la tua vita scorra serenamente”, “tanti giorni sereni”, eccetera. E intendiamo con ciò invocare, per quella persona, giornate e sentimenti vissuti nella quiete e nella consapevolezza. Non siamo soliti annettere alla serenità anche il dolore. E invece possiamo ritrovarci in una situazione di dispiacere ed essere ugualmente sereni. Non mi riferisco all’imperturbabilità orientale, ma alla grandezza di un cuore che ha compreso la lezione dell’esistere in modo profondo.
    Ci sono tante occasioni di felicità: nei contatti di amicizia, nella contemplazione del bello, nella comunicazione improvvisa e a livello profondo che si instaura con una persona sconosciuta sino a poco prima, nella lettura di un testo capace di trasmetterci emozioni e suggestioni, quando ci viene tributato il riconoscimento per un lavoro ben fatto o la gratitudine per un gesto d’amore. E ci sono tante occasioni di sofferenza. Non le elenco neppure. Il segreto della serenità è comprendere che entrambe, la gioia e la sofferenza, appartengono alla dinamica della vita e che accettarle come parte essenziale di essa, senza ribellione e anche senza un cupo senso di rassegnazione, ci aiuta a sostenere le prove senza rimanerne sopraffatti, anzi mantenendoci alla guida e ricavandone un insegnamento. Possibili obiezioni: ma chi mai si ribella alla felicità o come sopportare il dolore senza rassegnazione?
    Ci ribelliamo alla felicità quando non ci adagiamo serenamente in essa, e mentre la proviamo già ci chiediamo: “Quanto durerà?”. E anche se cerchiamo di accaparrarcene più di quanto ce ne spetta: a quel punto è già diventato piacere del possesso. Una persona serena sa perfettamente che la felicità è un diritto, ma che essa ha i suoi tempi e le sue apparizioni. Non la insegue forsennatamente, ma la accoglie senza dubbi quando arriva.
    E così è per il dolore. Rassegnarsi è piegare passivamente la testa; accettarlo serenamente è comprenderne il valore, il lievito di maturazione che contiene.
    A voler essere sereni richiede una forza sovraumana e il recupero di quel sentimento straordinario della ”incoscienza” infantile, della capacità di meravigliarsi delle cose del mondo, specialmente delle più semplici. Che cosa potrà aiutarci?
    Dovremo cercare di non lasciarci catturare dalle passioni negative. Come lo scetticismo che mette in dubbio la felicità, mentre la stiamo vivendo. Come la disperazione, sempre in agguato quando siamo nel dolore.
    Infine, essere tenaci nella speranza. La speranza spiana la strada alla serenità, è la sua guida. E una persona serena ha occhi attenti e orecchie pronte a cogliere ogni più piccolo segnale che alimenti la speranza.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...